I GRIMALDESI RACCONTANO GRIMALDI

itGrimaldi

NATURA PAESAGGI

Escursione nell’antica Grimaldi

Iscrizioni roccia

Lo sguardo dei grimaldesi è spesso rivolto verso la collina dove sorgeva il paese andato distrutto nel terremoto del 27 marzo 1638 ed il pensiero va a come potesse essere il sito, e che vita conducevano gli abitanti. Unica possibilità per avere comunque una idea della antica Grimaldi, sono le visite sulla collina, non frequenti, ma ogni qualvolta se ne ha l’occasione queste riservano nuove emozioni.

Resti Della Antica Grimaldi
Foto di Piero Carbone

Così è stato, con una escursione alla quale ha partecipato l’archeologo Gabriele Emilio Chiodo di Soveria Mannelli. Chiodo ha svolto questa attività negli anni 1975/81, quando partecipò a campagne di scavi a Sibari, a Crotone, nel territorio di Temesa. La passione è rimasta immutata nel tempo, con la convinzione che la conoscenza è frutto di ricerca e di impegno.

archeologo che controlla le rocce
Foto di Piero Carbone

Il sito di Grimaldi, quindi è una vera scoperta. Per l’archeologo, si potrebbero mettere in sicurezza le piccole grotte con incisioni, le botole per la raccolta dell’acqua, e le nicchie simili alle edicole votive. Il tutto da concordare con i proprietari dei terreni, con il Comune, e con la sovrintendenza. Si potrebbero creare dei sentieri con delle guide che potrebbero portare a conoscere la vecchia Grimaldi soprattutto ai ragazzi delle scuole del comprensorio.

Escursione nell’antica Grimaldi ultima modifica: 2020-07-17T10:30:00+02:00 da Piero Carbone
To Top